Pubblicato da la Redazione il: 20 giugno 2018

Ancora sui 50!

Nei due numeri precedenti di questa rivista sono già state dedicate parecchie pagine al Cinquantenario della Uildm torinese. Vorremmo però soffermarci un’ultima volta sui relativi festeggiamenti di fine ottobre a Verolengo per ricordare e sottolineare alcuni dettagli

uildm-Ancora-1

Dalla Direzione nazionale
Pure Marco Rasconi, presidente Uildm nazionale, ha voluto dare ulteriore lustro alla nostra ricorrenza partecipando di persona al ritrovo di Verolengo. Ecco un breve estratto delle sue dichiarazioni: “Sono molto felice di essere qui perché oltre a ‘Lotta’ è ‘Unione’ la parola che ci rappresenta meglio. Se ci voltiamo indietro e guardiamo cosa c’era cinquant’anni fa in Italia… ci scappa un sorriso, perché nel frattempo abbiamo combattuto e realizzato tantissimo e, appunto, l’abbiamo fatto tutti insieme, semplicemente, impegnandoci nel volontariato e mettendoci in gioco ogni giorno. E di certo senza dimenticare le persone che hanno percorso soltanto un pezzo del cammino con noi. Continuate pure a fare, bene come sempre, tutto quello che avete fatto a Torino in questi cinquant’anni, e la Direzione nazionale seguiterà ad essere al vostro fianco e ad aiutarvi. Vi ringrazio per avermi spiegato molto bene cos’è la Uildm e ancora congratulazioni per il vostro compleanno!”.
Da Napoli
Oltre che onorarci e rallegrarci con la loro simpatica presenza (dopo aver percorso 900 chilometri di strada!), i delegati della principale Sezione campana ci hanno consegnato una targa di cui riportiamo volentieri la lusinghiera scritta: “Il successo arriva quando l’opportunità incontra la preparazione e la determinazione. Auguri per i vostri 50 anni”.

uildm-Ancora-2

Dalle altre sezioni piemontesi
Andrea Vigna e Renato Dutto, presidenti delle sezioni di Omegna e di Chivasso, hanno gentilmente voluto unirsi alla nostra comitiva e prendere parte alla festa della onlus torinese. Li ringraziamo e auguriamo anche a loro di continuare sempre al meglio le loro attività associative… fino al raggiungimento dei rispettivi cinquantenari!

…E anche da noi
Concludiamo trascrivendo le parole incise sulle targhe-ricordo (“1967-2017 – Dalla Uildm di Torino, con la gratitudine dei soci di ieri, di oggi e di domani”) consegnate ai rappresentanti dei fondatori, dei medici e dei volontari: “Ai Fondatori (Giovanni Barberis, Ludovico Bergamini, Ruggero Ceppellini, Augusta Grosso, Donato Russo, Ettore Serafino, Giorgio Valobra): grazie a voi esistiamo”, “Ai Medici: grazie a voi speriamo”, “Ai Volontari: grazie a voi siamo quel che siamo”.

uildm-Ancora-3